Cavalier King Charles Spaniel Italia

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account, puoi Registrarti cliccando su "ISCRIVITI"...

Cavalier King Charles Spaniel Italia

Forum dedicato agli italiani appassionati della razza Cavalier King Charles Spaniel.Qui potrete postare foto, dibattere temi inerenti alla razza, togliervi qualche curiosità e condividere piccoli e grandi problemi dei vostri Cavalier
 
IndicePortaleCalendarioFAQRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CalendarioCalendario
Copyright
Pulsante su giù
Chi è in linea
In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 49 il Gio Ago 29, 2013 8:10 pm
Strumenti per webmaster

Condividere | 
 

 L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 05.04.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Dom Apr 21, 2013 1:25 pm

Cos’è l’Attivazione Mentale?

Per attivazione mentale si intende una serie di giochi ed esercizi elaborati e studiati per insegnare al cane a ragionare e proporre comportamenti utili per la risoluzione del “problema” che esulano dall’istinto, in modo completamente autonomo e indipendente dal proprietario. A mano a mano che i giochi diventano più complessi il cane, per arrivare alla risoluzione, deve imparare a proporre delle soluzioni che non sempre rientrano nel suo bagaglio dato dall’istinto canino. Grazie a questi giochi impara quindi nuove abilità, migliora la fiducia in se stesso visto che viene sempre gratificato dalla risoluzione del gioco, migliora i tempi di attenzione poiché proponendo esercizi via via più complessi egli deve imparare a proporre qualcosa di nuovo senza scoraggiarsi al primo tentativo ma bensì insistendo e proponendo soluzioni sempre più mirate, e alza la sua soglia di stress. Inoltre si stanca mentalmente e allo stesso tempo si diverte e si sente appagato.
Per fare attivazione mentale col proprio cane non serve nessun tipo di addestramento precedente e non ci sono limiti massimi o minimi di età; possiamo quindi, con le opportune precauzioni, lavorare sia con i cuccioli che con gli anziani.
In termini tecnici gli esercizi di attivazione mentale vanno a sviluppare la capacità del cane di utilizzare il cosiddetto “transfer”, ossia di utilizzare le esperienze passate per superare problematiche attuali più o meno simili… ecco perché spesso quando si presenta al cane un gioco nuovo egli cerca di arrivare alla soluzione utilizzando le esperienze acquisite con i giochi precedenti. Inoltre sviluppano, per quanto consentito dalla semplicità della mente del cane, la sua capacità di “apprendere come si apprende”. Questo significa che il cane impara un “modo”di affrontare la situazione, impara a risolvere i problemi in modo sempre più mirato, utilizzando le capacità apprese e riducendo il numero di tentativi nulli.
La consapevolezza delle proprie capacità e del “poter riuscire” insieme alle abilità, che vengono acquisite, vengono, quindi, trasferite a tutte le altre attività svolte del cane portandolo a ragionare in modo autonomo e dandogli sicurezza in se stesso.
L’indipendenza che il cane riesce a raggiungere nella risoluzione dei giochi non va confusa con l’indipendenza intesa come ignorare il proprio proprietario con conseguente “disobbedienza” ed ingestibilità nella vita quotidiana. Ciò non accade se l’attivazione mentale viene eseguita in modo corretto e non come passatempo per tenere impegnato il cane mentre si deve lavorare o perché non si ha tempo di portare fuori il cane, perché l’attivazione mentale va sempre fatta con il proprietario presente mentre il cane svolge i giochi e soprattutto perché siamo noi a proporre sempre cose nuove al nostro cane stimolando così la sua curiosità e la sua voglia di fare ed imparare. Una buona indipendenza del cane porta ad una sua maggiore sicurezza in tutte le situazioni, sia a contatto con il conduttore sia a distanza. Una maggiore sicurezza porta a lucidità e prontezza di riflessi nello svolgere qualsiasi compito o comando. Questo naturalmente a patto che ci sia un buon rapporto cane-proprietario, comprensivo di rispetto e fiducia reciproca.
I risultati positivi dell’attivazione mentale si possono vedere sia nella vita quotidiana che nelle varie discipline cinofile in quanto si sviluppano doti necessarie sia per un lavoro ad alto livello quali la costanza, la sicurezza in se stessi, la lucidità e la perseveranza sia la capacità di superare positivamente situazioni di stress date dalla vita quotidiana.
Per ottenere i risultati positivi cercati con l’attivazione mentale bisogna però procedere correttamente in modo da non rischiare di ottenere i risultati opposti ossia creare sfiducia da parte del cane verso il conduttore e verso le proprie possibilità , stress, ansia, frustrazione e insicurezza! Per questo motivo bisogna quindi seguire ed osservare sempre delle semplici regole basilare per non incorrere in queste controindicazioni.
Concludendo, quindi, l’attivazione mentale se fatta con cura può essere un modo per creare ottimi cani da lavoro, sereni cani da compagnia...se fatta nel modo sbagliato è un modo per creare stress e frustrazione!

I giochi di attivazione mentale

Per fare attivazione mentale e arricchire sempre di più il proprio repertorio di giochi basta esser dotati di una buona fantasia e saper vedere gli oggetti sotto vesti diverse da quelle in cui siamo soliti utilizzarli. Ecco che una ciotola può trasformarsi da semplice contenitore a gioco e via dicendo per qualsiasi oggetto. Ovviamente bisogna sempre prestare attenzione all’oggetto ed essere sempre sicuri che non possa diventare potenzialmente pericoloso e quindi utilizzare solo strumenti sicuri e sorvegliare (come sottolineato anche prima) lo svolgersi del lavoro!
Per risolvere certi tipi di giochi può rendersi utile l’utilizzo del clicker che però non va inteso come strumento per guidare passo passo il cane ma solo come aiuto per fissare a grandi linee gli atteggiamenti proposti dal cane che noi cerchiamo. Ecco che quindi il cane non sentirà il click ad ogni piccolo passaggio ma dovrà ragionare per proporre comportamenti complessi per risolvere il gioco. Attraverso questo modo di lavorare il cane impara ad essere propositivo e a mostrare sempre più comportamenti in modo da “scoprire” la soluzione al problema proposto.
La differenza tra il clicker applicato all’attivazione mentale o allo shaping “classico” è che nel secondo non ci importa se il cane propone comportamenti a caso oppure ci ragiona su, quello che conta è clickare il comportamento che più si avvicina a quello che interessa a noi, rinforzarlo e procedere così gradualmente verso l’obiettivo finale. Si clickerà quindi qualsiasi piccolo movimento anche infinitesimale e proposto casualmente purchè vada nella direzione corretta.
Nell’attivazione mentale, invece, non si ricercano comportamenti casuali ma possibilmente ragionati che vanno verso la soluzione del gioco. I giochi possono esser risolti dal cane in vari modi e spesso loro riescono a trovare soluzioni che noi non pensavamo; dobbiamo sempre ricordarci che l’importante è risolvere con un ragionamento anche se diverso da quello che ci aspettavamo. Il cane impara a pensare a quello che il conduttore potrebbe volere e di conseguenza i suoi movimenti e le sue proposte saranno sempre più mirate. Il lavoro per il cane sarà sicuramente più complesso e forse più stressante di quello che sarebbe con l’utilizzo classico del clicker, ma quello che vogliamo noi non è facilitargli l’apprendimento ed insegnargli a svolgere un esercizio, ma attivarlo mentalmente e spingerlo a pensare con la sua testa. Dato che la frequenza di rinforzo nei giochi fatti con l’uso del clicker è molto bassa, appunto per permettere al cane di avere tutto il tempo di ragionare, rilassarsi e ossigenarsi, questi giochi è bene farli solo con cani che non siano alle prime armi con l’attivazione mentale in modo da non rischiare di incorrere in un abbassamento dell’interesse per il lavoro svolto, in demotivazione e frustrazione.

L’attivazione mentale e lo stress:

Quando un cane cerca di risolvere uno dei giochi di attivazione mentale può capitare che vada in stress: non c’è da preoccuparsi! Un certo livello di stress è normale ed accettabile, l’importante è che il cane non cada nel così detto stress negativo… se così fosse sta a noi “aiutarlo” ad uscirne e rimetterlo nelle condizioni di poter lavorare. Da qui si capisce l’importanza di saper comunicare con il cane e saper come utilizzare i segnali di calma! E’ importante sapere come comportarsi quando vediamo che il cane manifesta segnali di stress in modo da essere in grado di affrontare queste situazioni. Dobbiamo comunque tener presente che il cane quando cerca di risolvere il gioco per arrivare al premio non è costretto a risolverlo e non sta subendo nessun maltrattamento, si sta cimentando semplicemente in qualcosa che lui stesso sceglie di cercare di risolvere e nessuno lo obbliga a persistere… se vuole può smettere! Se il cane decide non risolvere quel gioco sta a noi saper trovare un gioco più semplice per far terminare la sessione di lavoro in positivo in modo che il cane non si senta demotivato, scoraggiato e perda interesse nel lavoro che stiamo facendo… il gioco che non ha risolto lo riproporremo un altro giorno… non dobbiamo mai avere fretta!
L’attivazione mentale va praticata in un ambiente sicuro in cui si possa dare la possibilità al cane di muoversi liberamente e scaricare lo stress senza rischiare di farsi male; il cane dovrà quindi essere libero di abbaiare, grattare, muoversi, allontanarsi e fare tutto quello di cui ha bisogno per calmarsi e abbassare la sua soglia di stress. In ogni caso noi non dobbiamo mai suggerirgli la soluzione, sgridarlo, interromperlo, richiamarlo o fare qualsiasi cosa vada ad influire sulla sua autonomia di ragionamento per arrivare alla risoluzione del gioco… dobbiamo lasciarlo sempre libero di provare, sbagliare e risolvere a modo suo!

REGOLE D’ORO PER L’ ATTIVAZIONE MENTALE:

Il tempo che si deve lasciare al cane per la risoluzione del gioco sono 20 minuti

  • E’ necessario avere sempre molta pazienza e non farsi prendere dalla fretta e dalla voglia che il cane arrivi alla risoluzione del gioco

  • All’interno di questi 20 minuti il cane può fare tutto quello che vuole sta a noi evitare in anticipo gli eventuali pericoli

  • Non dobbiamo mai aiutare il cane

  • Non si deve dire nulla al cane quando gli si propone il gioco (vai, fai, ecc…)

  • Non incitare mentre il cane sta cercando di risolvere il gioco

  • Non richiamare se sta facendo qualcosa che non vogliamo faccia

  • Non sgridare

  • Non fatevi intimorire, corrompere o impietosire

  • Ignorate qualsiasi richiesta di aiuto

  • Se il cane si dimostra disinteressato o sembra rinunciare potete alzare la “posta in gioco”

  • Procedete sempre gradualmente e se necessario saper fare un passo indietro e proporre un gioco più semplice

  • Imparate a comunicare col cane per “aiutarlo” ad abbassare il suo livello di stress

  • Durante la risoluzione del gioco un certo grado di stress è normale, l’importante è che il cane non entri in stress passivo

  • Finite la sessione di lavoro sempre in positivo (ma NON AIUTATE MAI il cane!), se necessario fate un passo indietro



da Meet the dog

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://www.conoscereilcavalierking.net/
massimo mazza -Tobia

avatar

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 09.04.13
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Dom Apr 21, 2013 4:06 pm

Ma in termini pratici quale potrebbe essere il gioco o l'attività per fare questo.
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 05.04.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Dom Apr 21, 2013 4:41 pm

I giochi di attivazione mentale li vendono già belli e pronti, bisogna saper valutare bene il grado di difficoltà per non stressare il cane...praticamente è necessario andare per gradi, come a scuola.
L'inconveniente è che sono un po' cari come prezzo.

Se ne possono fare anche di casalinghi.

Provvedo a fare entrambi gli esempi,un po di pazienza che trovo il materiale da postare...

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://www.conoscereilcavalierking.net/
Admin
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 05.04.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Dom Apr 21, 2013 5:20 pm

GIOCHI DI ATTIVAZIONE MENTALE "FAI DA TE"


Qualche video dimostrativo...











_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://www.conoscereilcavalierking.net/
massimo mazza -Tobia

avatar

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 09.04.13
Località : roma

MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Dom Apr 21, 2013 5:26 pm

Davvero belli. Ho capito . Si divertono anche gli umani. Appena Torino a casa ci provo. Bellissimi
Tornare in alto Andare in basso
Admin
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 05.04.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Dom Apr 21, 2013 5:38 pm

Sempre "fai da te", altri suggerimenti...


Avvolgere dei bocconcini dentro un asciugamano e appoggiare il tutto per terra. Il cane mangerà senza problemi i primi premietti ma per raggiungere quelli successivi si dovrà fare strada a forza di “musate”, naturalmente senza perdere la pazienza e senza portarsi in giro o distruggere l’asciugamano, altrimenti… si rifà! Wink [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Per risolvere questo gioco, il cane dovrà percepire sotto quale barattolo si nascondono i bocconcini. Vanno benissimo i contenitori di yoghurt e, come base, un foglio di legno o un grosso cartone. [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Se ci piace particolarmente il bricolage, ecco un bella creazione da costruire! Sono tre dischi sovrapposti e imperniati. Quello centrale ha i buchi dove mettere i bocconcini. Se il disco superiore lo useremo trasparente come nella foto, la difficoltà sarà maggiore perché il cane vedrà chiaramente i premi e sarà più difficile per lui mantenere la lucidità[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

fonte: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://www.conoscereilcavalierking.net/
Admin
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 05.04.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Dom Apr 21, 2013 10:44 pm

Giochi commerciali

Questo e tanti altri giochi sono in vendita da
zooplus
Li potete trovare anche in altri pet-shop online o in negozi per animali ben forniti.
La raccomandazione è di sceglierli in base a un livello di difficoltà progressivo nel tempo, altrimenti per un cane non abituato potrebbero essere solo fonte di stress, se possibile fatevi consigliare da un educatore.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://www.conoscereilcavalierking.net/
amico.pickwick
Consulente
Consulente
avatar

Messaggi : 208
Data d'iscrizione : 08.04.13
Età : 50
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   Mar Apr 23, 2013 12:48 am

Ne ho comprato uno oggi di questi giochi ed è il Flip Board della trixie di livello 2 . Pickwick come prima volta in cinque minuti e senza pensarci molto ha eseguito tutti e tre i passi del gioco Wink un fenomeno sto Pickwick :) apprende subito ogni cosa gli si pone davanti. Pick gli dico " vai a chiamare Mauro ( sarebbe mio fratello) , lui mi guarda, guarda poi la direzione porta e corre di la nell'altra stanza a chiamare mio fratello :))) , conosce i vari nomi dei suoi giocattoli e se gli dico " Pick prendi la ruota nera, o l'asinello, la palla ecc lui ti porta l'oggetto richiesto in mezzo ai tanti e non si sbaglia Wink delle volte sorprende pure me per come è così intelligente .
Tornare in alto Andare in basso
https://www.facebook.com/pages/Un-cane-per-amico-Pickwick/117669
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING   

Tornare in alto Andare in basso
 
L'ATTIVAZIONE MENTALE O PROBLEM SOLVING
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Cavalier King Charles Spaniel Italia :: COMPORTAMENTO E EDUCAZIONE :: EDUCAZIONE E ADDESTRAMENTO :: ADDESTRAMENTO E GIOCO-
Andare verso: