Cavalier King Charles Spaniel Italia

Non hai effettuato il Login.
Se non hai un Account, puoi Registrarti cliccando su "ISCRIVITI"...

Cavalier King Charles Spaniel Italia

Forum dedicato agli italiani appassionati della razza Cavalier King Charles Spaniel.Qui potrete postare foto, dibattere temi inerenti alla razza, togliervi qualche curiosità e condividere piccoli e grandi problemi dei vostri Cavalier
 
IndicePortaleCalendarioFAQRegistratiAccedi
Accedi
Nome utente:
Password:
Connessione automatica: 
:: Ho dimenticato la password
Settembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CalendarioCalendario
Copyright
Pulsante su giù
Chi è in linea
In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 49 il Gio Ago 29, 2013 8:10 pm
Strumenti per webmaster

Condividere | 
 

 LE PULCI DEL CANE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 1040
Data d'iscrizione : 05.04.13
Località : Roma

MessaggioTitolo: LE PULCI DEL CANE   Gio Apr 18, 2013 6:19 pm

La pulce è il principale parassita del cane e del gatto,attinge il loro sangue per mezzo di punture.
Le specie che più facilmente si incontrano sono la pulce del gatto (Ctenocephalides felis), la pulce del cane (Ctenocephalides canis) e la pulce dell'uomo (Pulex irritans).

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Specie: Ctenocephalis canis

Insetto terrestre che nel corso della sua evoluzione si è adattato alla vita parassitaria perdendo l'attitudine al
volo e sviluppando degli arti potenti che consentono di effettuare dei salti molto lunghi.
E' lungo 2-3 mm e capace di effettuare dei salti equivalenti a 400 volte le sue dimensioni; ciò gli permette di
cambiare facilmente ospite. Tuttavia, una volta accasata sull'animale, lo abbandonano molto raramente.

Molto prolifica, la pulce si moltiplica sul suo ospite. La femmina punge, consuma il suo pasto di sangue, si accoppia e il
giorno seguente inizia la deposizione delle uova. Il pasto di sangue è indispensabile per la riproduzione che avviene
molto rapidamente dopo l'infestazione.

Le femmine possono produrre fino a 40-50 uova (in media 27 uova al giorno per 50 giorni) che continuano a nutrirsi per
più di 100 giorni. Circa il 40% si evolverà fino allo stadio adulto, durante la bella stagione.

Possiede comunque, una grande capacità di sopravvivenza e può essere attiva durante tutto l'anno in funzione
delle condizioni climatiche o della sua presenza all'interno di abitazioni riscaldate.

Il ciclo della pulce dura in media 3 settimane, ed è diviso in due fasi :

1. la pulce e le sue uova vivono sull'animale (fase parassitaria)

2. le uova cadono dall'animale e proseguono il loro sviluppo nell'ambiente sotto forma di larve, poi di
pupe fino allo stadio adulto (fase ambientale)


Il ciclo biologico

Il ciclo biologico della pulce dura in media 20 giorni. La caduta del tasso dell'ormone giovanile provoca il
passaggio da uno stadio di sviluppo all'altro.

Questo ciclo di sviluppo della pulce di svolge sull'animale, ma anche nell'ambiente.

La deposizione delle uova inizia il giorno successivo all'accoppiamento:

  • Le uova si schiudono generalmente in 1-10 giorni a seconda dell'umidità e della temperatura.


  • Le larve hanno una vita libera, si nascondono in luoghi protetti (zoccolini di pareti, moquette) e si nutrono di
    rifiuti organici trovati nell'ambiente e in particolare di feci di pulci adulte.


  • Le larve delle pulci subiscono due mute prima di diventare pupe. La fase larvale dura generalmente da 5 a 11 giorni.
    Per terminare il suo sviluppo, la larva matura produce un bozzolo di seta nel quale si trasforma in pupa. Una volta che la
    pupa si è interamente sviluppata in pre-adulto, la sua completa maturazione è determinata da stimoli adeguati. Se non ci
    sono stimoli, l'adulto può restare quiescente nel bozzolo per più settimane fino a che un ospite potenziale passi in
    prossimità.


Il ciclo biologico della pulce è diviso in 2 fasi: una fase a vita libera e una fase parassitaria vera e propria.

Proteggersi dalle pulci

La lotta contro le pulci dovrà svilupparsi su due fronti:

1. Il trattamento dell'animale attraverso l'eliminazione delle pulci adulte e delle uova presenti
sull'animale. Il trattamento dell'animale è indispensabile. Se si possiede più di un animale, è fondamentale
trattarli tutti contemporaneamente, anche se alcuni potrebbero sembrare non infestati. Tra gli insetticidi, la permetrina
(piretroide di sintesi) elimina rapidamente le pulci e le zecche adulte agendo per contatto sui parassiti adulti.

La permetrina possiede un effetto di abbattimento sulle pulci, permettendo la loro
eliminazione prima che esse possano pungere. Essa possiede anche un'azione repulsiva. Combinata a un
inibitore della crescita degli insetti, il piriproxifene garantisce una doppia sicurezza antiparassitaria
permettendo:

  • eliminazione rapida delle pulci e delle zecche presenti sull'animale


  • la soppressione delle generazioni sucessive di pulci responsabili di re-infestazioni, attraverso la sterilizzazione delle
    uova


La prevenzione dalle infestazioni dura 6 settimane per le pulci e 4 per le zecche.

2. Il trattamento dell'ambiente attraverso l'eliminazione delle uova e delle larve presenti
nell'ambiente circostante. Il trattamento dell'ambiente del cane e del gatto è essenziale per debellare i
parassiti che non si sviluppano sull'animale infestato. I luoghi dove l'animale dorme (ceste, divani, letti,
coperte, piumini, tappeti, moquette), ma anche gli zoccolini delle pareti, gli interstizi dei pavimenti, gli angoli, gli
armadi,senza dimenticare l'automobile.
Le abitazioni antiche devo essere oggetto di un'attenzione particolare poiché esse traboccano di rifugi

Le malattie legate alle pulci

La presenza di pulci sull'animale è la causa diretta di malattie come la Pulicosi o la DAPP. Rappresenta anche un
veicolo di germi e di altri parassiti come Dipylidium Caninum.

  • La Pulicosi

    Le punture successive procurano prurito e la spoliazione di sangue in caso d'infestazione massiccia indebolisce
    l'animale.


  • La DAPP o Dermatite da Allergia alle Punture di Pulci causa delle lesioni inizialmente alla base della coda e a livello
    dorso-lombare, che poi possono estendersi fino alle cosce e ai fianchi.
    In seguito al fatto che l'animale si gratta, si formano piaghe e si producono delle depilazioni diffuse

  • Il Dipylidium Caninum. La pulce è l'ospite intermedio di questa tenia allo stato larvale prima che venga
    trasmessa all'ospite definitivo, cane o gatto, dove il Dipylidium Caninum si svilupperà a livello di intestino..





_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
                    [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://www.conoscereilcavalierking.net/
 
LE PULCI DEL CANE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Cavalier King Charles Spaniel Italia :: VACCINAZIONI E ANTIPARASSITARI :: ANTIPARASSITARI :: ECTOPARASSITI-
Andare verso: